Rete Museale

La città di Comacchio è il centro storico più originale ed affascinante nel Parco Delta del Po. Erede dell'antica Spina, a lungo contesa da ferraresi e ravennati, da Papi e Imperatori, ha origini antichissime: sorse infatti agli albori del Medioevo, quando l'insediamento iniziale si stabilì su una catena di isolotti affioranti nella foce padana sempre in divenire. Pesca, vallicoltura, produzione del sale furono la fonte della sua floridezza e anche dei suoi rovesci, a causa dei conflitti che la opposero a Venezia. Dopo l'epoca estense, durante il dominio dello Stato Pontificio, la città rinacque, tanto che i più felici interventi architettonici e monumentali risalgono proprio al Sei-Settecento. Tra cui i famosi Tre Ponti, il Duomo di San Cassiano, il Monastero di Santa Maria in Padovetere e il Loggiato dei Cappuccini, formato da 142 archi sostenuti da altrettante colonne di marmo e lungo oltre 400 metri. Oltre a tutto questo potrai visitare numerosi musei oppure goderti una escursione in valle in bicicletta o in motonave alla scoperta del nostro incantevole territorio. Non potete passare qualche ora a Comacchio senza dedicare una visita ai musei cittadini in più grazie a sconto ticket potrete usufruire di di uno sconto per l'ingresso nei musei.
Un antico ospedale trasformato in museo che ospita duemila reperti del territorio. È il Museo Delta Antico, il nuovissimo museo archeologico di Comacchio ospitato negli spazi dell'Ospedale degli Infermi. L'inaugurazione è fissata per il prossimo sabato in occasione delle Giornate FAI di Primavera. Una visita al museo è un viaggio nella storia di questo territorio, a partire dalla preistoria fino al Medioevo. In mostra il prezioso carico di una nave romana di epoca augustea ( I secolo a.C.) ritrovata nel 1981 a pochi km da Comacchio. Si tratta principalmente di oggetti personali dell'equipaggio e poi anfore e vasellame. Al museo anche reperti di Spina - città etrusca sul Delta del Po - e dell'antica Comacchio. La Nave romana di Comacchio, rinvenuta nell’immediata periferia della città nel 1981, è naufragata verso la fine del I sec a.C., come risulta dalla datazione di alcuni elementi del carico. Questa scoperta archeologica riveste grande interesse per la ricchezza e lo stato di conservazione dei reperti ritrovati a bordo.
La storia e la lavorazione dell'anguilla sono per la cittàlagunare uno degli elementi caratterizzanti, per questo con il recupero del grandioso complesso della fabbrica del marinato, incastonato nel centro storico di Comacchio, è nata, o meglio rinata, la fabbrica dei pesci. La Manifattura è oggi sede del Museo dell'Anguilla un museo da non perdere se si vuole capire il profondo legame dei Comacchiesi con i prodotti delle proprie acque.
Moderna architettura immersa nel verde, al Lido di Spina, tra la pineta litoranea e la spiaggia, realizzata agli inizi degli anni Settanta dall’architetto e designer Nanda Vigo, per volontà del maestro Remo Brindisi (1918 – 1996). Un edificio particolarissimo caratterizzato da un grande cilindro centrale che collega i diversi piani, dove sono collocati gli spazi abitativi, quelli di studio e quelli espositivi.
Nuove proposte di visita nel Parco del Delta del Po, escursioni organizzate con accompagnamento di personale esperto, che consentono di scoprire il territorio protetto secondo un approccio ecocompatibile, in barca, in bicicletta a piedi, forme lente e accessibili a tutti, la maniera più giusta per visitare, nei diversi periodi dell’anno, un’area protetta tra le più importanti d’Italia e d’Europa; molteplici proposte che regaleranno piacevoli sensazioni perchè consentono di visitare paesaggi nuovi e inconsueti, normalmente non accessibili al pubblico, senza arrecare disturbo ma immergendosi nell’atmosfera dolce e rilassante dell’area deltizia Emiliano-Romagnola, ove la Natura si sviluppa in libertà e gli animali vivono secondo i loro ritmi di vita.